iPhone 6s Plus e iOS 10

Come dispositivo principale utilizzo un iPhone 6s Plus da 64 GB, lo possiedo da luglio 2016 quando su di esso era presente ancora iOS 9, versione con cui esso è nato, più precisamente era presente la versione iOS 9.3.3, una delle ultime appartenenti al ciclo di vita di iOS 9.

Il display è di 5.5 pollici di diagonale, uno dei più grandi nella famiglia iPhone, e non è stato facile abituarsi a questo display, ma la qualità di esso è davvero alta, utile per scattare fotografie, ma anche dal lato gaming, nonostante non sia un appassionato di giochi, tantomeno su dispositivi come gli smartphone.

La differenza principale tra l’iPhone 6s e la variante Plus (oltre che nelle dimensioni) risiede nello stabilizzatore ottico, presente nella fotocamera posteriore da 12 MPX, oltre ad aver la possibilità di registrare video in 4K e la possibilità di scattare foto durante la registrazione di esso a 1080p. La fotocamera anteriore invece è di 5 MPX, migliorando nettamente gli scatti risposto ad iPhone 6. Inoltre Apple ha introdotto le Live Photo, foto che registrano un piccolo video esattamente un secondo prima ed un secondo dopo lo scatto, questa funzionalità è possibile attivarla attraverso una pressione del display con 3D Touch ed è possibile utilizzare tali foto come sfondo, oltre ad possederne già alcune all’interno del sistema.

Per via di alcune problematiche sono stato costretto a portarlo in assistenza, ma nel breve tempo di quattro giorni Apple mi ha fornito un nuovo dispositivo, con la medesima colorazione ed il medesimo storage interno. A mio modo di vedere Apple si è confermata possedere un ottimo servizio clienti, non tutte possiedono questo servizio così rapido e così efficiente, permettendo che non vivo in una città dove è presente un Apple Store nelle vicinanze (il più vicino si trova a circa 300 Km di distanza). Nel caso in cui mi fossi recato presso un qualunque Apple Store la sostituzione avveniva al momento.


Su quella versione decisi di eseguire il Jailbreak utilizzando il tool di Pangu, tuttavia una volta rilasciato al pubblico iOS 10 decisi di aggiornare perché ormai stanco di mantentenere il Jailbreak, ma soprattutto spinto da quella curiosità di provare la suddetta versione in favore della nuova realese appena distribuita.

iOS 10 si conferma stabile e fluido come la realese precedente, migliorando determinati dettagli che precedentemente erano stati “trascurati” da Apple, come una nuova interfaccia per Apple Music, più ottimizzata per i dispositivi dotati di 3D Touch, ma anche per i precedenti, permettendo di poter eseguire determinate azioni con un pressione prolungata.

E proprio il 3D Touch riceve nuove azioni, sia nella Home, in particolare su alcune icone eseguendo una pressione su di essa permette di visualizzare un piccolo widget, ad esempio con l’app Meteo. Ma attraverso tale tecnologia sarà possibile cancellare anche tutte le icone in un sol colpo, facendo una pressione sulla ‘X’ nel centro notifiche.

Tuttavia la prima novità che balza subito all’occhio è la rimozione dello “Slide To Unlock” che accompagnava iOS sin dalla prima versione, riadattato successivamente nella nuova interfaccia di iOS 7. Al suo posto è presente il “Press To Unlock”, dove per sbloccare il dispositivo è sufficiente premere il tasto Home, oppure, dove possibile, utilizzare il TouchID. In iOS 10 è presente anche una funzionalità chiamata “Raise To Wake”, dove, sollevando lo schermo il display si attiverà, combinando questa feature ed il TouchID si può sbloccare il dispositivo più velocemente, evirtando così di rovinare il tasto Home.


Sono rimasto abbastanza soddisfatto di iOS 10, non c’è nessuna (o quasi) funzionalità presente solo per il nuovo iPhone 7, fa eccezione solamente la Modalità Ritratto, presente solamente su iPhone 7 Plus per via della sua doppia fotocamera.

Ho sempre aggiornato questo dispositivo ad ogni versione rilasciata al pubblico, finché non ho rieseguito il Jailbreak per iOS 10.2, realizzato e rilasciato da Luca Todesco. Ad oggi il device è ancora Jailbroken ed i tweak installati su di esso non lo appesantiscono. Installato su di esso è presente la beta 7 di Yalu102, attraverso la quale ho installato Cydia.

Questo Jailbreak presenta alcuni problemi, ad esempio la tipologia che è di tipo Semithered, ovvero che allo spegnimento esso si disattiva, ma per poter essere riattivato occorrerà solamente aprire l’applicazione ‘Yalu102’ e premere su GO. Un altro problema è legato ai certificati dell’app, ovvero che occorrerà reinstallarla ogni 7 giorni a meno che non si disporrà di un account da sviluppatore.

Su questa versione è presente un BatteryDrain inerente ad iPhone 6s (e variante Plus), ed il Jailbreak non aiuta di certo la batteria ad attivare a fine giornata, tuttavia utilizzando le dovute opzioni di Risparmio Energetico e le dovute Impostazioni si riesce tranquillamente ad arrivare alle 11 di sera, iniziando la giornata già dalle 5.30.

Allora perché ho eseguito il Jailbreak? Semplicemente perché non mi so star fermo con le mani, ho tentato di resistere ma non ci sono riuscito, considerando anche l’opzione alterativa, ovvero installare la beta di iOS 10.3, rischiando anche di peggiorare la situazione batteria e complicare le performance, poiché è pur sempre una beta non ancora disponibile per il pubblico.

Non so ancora per quanto tempo deciderò di mantenere il Jailbreak, anche perché possedendo un Apple Watch e delle AirPods, sono tentato di aggiornato per una migliore compatibilità e nuove funzioni per questi due accessori, infatti essendo il mio dispositivo principale ciò che voglio è che esso sia stabile e fluido, e detto francamente non ho mai notato rallentamenti o lag su iOS 10, neanche da quando è Jailbroken.


In conclusione, iOS 10 è ottimo sui dispositivi più datati come iPhone 5, figuriamoci sui dispositivi più moderni come iPhone 6s e iPhone 7. iPhone 6s Plus sarà ancora un ottimo dispositivo per alcuni anni, sperando che Apple non lo “castri” come ha fatto precedentemente con iPhone 4 e iPhone 4S, rispettivamente con iOS 7 e iOS 9. Da giugno, quando Apple presenterà la nuova versione di iOS, inizieremo a vedere le intenzioni per il futuro legati ai device più datati, dove potrebbe rientrare anche questo dispositivo, anche se secondo me potrebbe fare da spartiacque fra i device datati ed i più recenti, andando a non aggiornare ulteriormente gli iPhone 5 e 5C.

Non valuto upgrade da iPhone 6s Plus ad iPhone 7 (neanche nella sua variante Plus), in termini di prestazione li ho visti abbastanza simili, e persino nei Benchmark gli iPhone 6s non arrivano tanto distanti dal podio, e persino gli iPhone 7, nonostante è un terminale del 2015. Non c’è che dire, è ancora un ottimo dispositivo.

Studente di Informatica e Tecnologie per la Produzione del Software presso l’università di Bari ed appassionato di tecnologia, "forzato" ad apprendere l'uso della tecnologia ed affascinato da essa, in particolare dal mondo Apple e dal suo ecosistema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *