Recensioni

iPad Pro: è davvero così “Pro”?

È passato ormai più di un anno da quando Apple ha presentato al pubblico iPad Pro insieme ai suoi accessori, Apple SmartKeyboard e Apple Pencil.

Esistono due versioni di questo iPad, o meglio due dimensioni, quello da 12.9 pollici, presentato nel 2015 insieme ad iPhone 6s, e la versione da 9.7 pollici, presentato a marzo 2016 insieme ad iPhone SE. 

Attualmente possiedo un iPad Pro da 9.7 pollici, adibito principalmente ad un uso universitario, affiancato fai suoi accessori, la Apple Pencil per prendere appunti e la cover/tastiera, a seconda del caso, la SmartKeyboard di Apple o la tastiera di Logitech. 

Utilizzando l’iPad come quaderno, ho provato diverse applicazioni per scrivere su di esse, come ad esempio Evernote, Penultimate o Note di Apple, tuttavia, secondo me, la migliore è Notability, attraverso essa posso scrivere e registrare nello stesso momento, e, se necessario, affiancargli un libro (o qualsiasi altro PDF) attraverso Adobe Reader, sfruttando SplitView. 

Nella mia esperienza lo trovo ottimo a questo scopo, tuttavia in certi momenti iOS non sembra all’altezza del dispositivo, Apple inoltre non sembra concentrarsi più di tanto su iOS per iPad, nonostante sia un prodotto di nicchia. 

In quasi in anno di utilizzo iPad non è mai stato sotto le aspettative, la sua batteria mi permetteva di fare una giornata completa di utilizzo, nonostante il Bluetooth costantemente acceso (per via della Apple Pencil) e la tastiera costantemente attaccata tramite lo SmartConector. Il discorso cambia se utilizzo la connessione dati, con essa ho circa un utilizzo di 10 ore. 

Il suo punto debole è il sistema operativo mobile di Apple, iOS, non è presente alcuna funzione esclusiva per questa linea, iOS infatti sembra una versione “adattata” al display degli iPad. Ho sperato che Apple con iOS 10 lo avrebbe migliorato per i propri tablet, ma così non è stato. 

Penso che la sigla “Pro” negli iPad non stia per “Professional” come per i Mac o MacBook, quanto per “Productivity”, sopratutto visti gli accessori che ad esso si possono abbinare. 

Studente di Informatica e Tecnologie per la Produzione del Software presso l’università di Bari ed appassionato di tecnologia, "forzato" ad apprendere l'uso della tecnologia ed affascinato da essa, in particolare dal mondo Apple e dal suo ecosistema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *